Coop e i soci

Lo spirito mutualistico evolve con la società che richiede nuovi beni e servizi, compresi quelli finanziari. E se qualcosa va storto, Coop sa cambiare e agire per il benessere dei suoi soci senza ricorrere ad aiuti esterni.

Coop e i lavoratori

I 10 anni di crisi ininterrotta hanno generato pesanti conseguenze sull’andamento dei consumi e anche Coop inevitabilmente è stata toccata dalla crisi. Alcuni punti vendita Coop hanno sofferto più di altri, è il caso di Guidonia, Frosinone, Fiuggi, Terracina, Cisterna e Formia. La risposta di Coop a queste difficoltà però non è stata chiudere i punti vendita improduttivi come avrebbe fatto qualunque competitor privato ma ricorrere al valore del mutualismo cooperativo: le Coop più in salute soccorrono quelle in difficoltà, facendo leva su meccanismi di solidarietà.

Coop e i fornitori

Celox è stato un fornitore di pere per Coop. L’Anti Trust ha sanzionato Coop per la disdetta del contratto a Celox – comunicata con largo anticipo e motivata dalla non rispondenza del produttore ad alcuni dei nostri standard – creando un pericoloso precedente che danneggia soprattutto i piccoli produttori italiani che lavorano per la grande distribuzione. La vicenda Celox è un caso singolo e isolato in una storia delle relazioni fra Coop e i fornitori che è sempre stata guidata dallo scambio di competenze e dalla creazione di valore condiviso per i consumatori.