Lo stipendio dei presidenti Coop e quelli di persone di analoga responsabilità rispondono dal 2005 ad un Regolamento Nazionale che, considerando la complessità, la dimensione e le responsabilità derivanti di questi ruoli, ha stabilito il tetto massimo della retribuzione annua lorda (R.A.L.) in 191.000 euro e delle indennità di carica elettiva in 40.000 euro lordi.
Tale regolamento non ha subito dal 2008, per evidenti ragioni collegati alla generale situazione economica, nessun incremento e, peraltro è stato, con autonome decisioni di alcune cooperative anche applicato, per importi inferiori rispetto al tetto massimo previsto.
Più in generale, da una comparativa fra le retribuzioni dei Presidenti Coop e analoghe figure presenti sul mercato privato, si è dimostrato come queste ultime percepiscano stipendi sensibilmente più elevati rispetto ai rappresentanti apicali del mondo cooperativo (10 volte più alte?). Si precisa inoltre che per i compensi di amministratore di Coop Italia non è previsto alcun emolumento.